28 Novembre 2020

Play Radio

Play Your Momen

Morgan parla del suicidio del padre: “Non l’ho mai perdonato”

Morgan torna a parlare del suicidio del padre! Il cantautore ha aperto il suo cuore in un’intervista a Oggi è un altro giorno, su Rai 1. Nel corso della chiacchierata con la conduttrice Serena Bortone, l’artista è tornato a parlare del dramma che ha sconvolto la sua adolescenza, ma ha anche toccato argomenti più leggeri, come il Bugo-gate a Sanremo e altri progetti di carriera. Ecco le parole struggenti dell’artista brianzolo!

L’ex coach di The Voice ha più volte raccontato la storia di come il padre si sia tolto la vita quando lui era solo un ragazzo. Un trauma che Marco Castoldi non è mai riuscito a superare del tutto, nonostante la vita gli abbia dopo regalato molte gioie.

Racconta l’artista: “Si è suicidato quando avevo 16 anni, ho visto il suo cadavere, ma non era mio padre, perché mio padre era vivo. Io volevo vederlo per rendermi conto. L’ho perdonato? Quando l’ha fatto aveva 48 anni, un anno in meno di me. Se supererò questo anno potrò dire di averlo perdonato. Lui stava male, era cupo, era diventato pesante, forse sarebbe dovuto andare da uno psicologo o parlare con mia mamma“.

Sembra passato un secolo, ma solo nove mesi fa con Bugo davano vita a uno dei siparietti più imbarazzanti, virali ed epici della storia del Festival di Sanremo. Un episodio che Morgan commenta ancora dando tutta la colpa al più giovane collega: “Bugo ne aveva combinate così tante. Chi la fa l’aspetti. Il mio è stato un gesto poetico. non mi interessa il situazionismo, quello è un po’ terroristico. C’è una motivazione, c’è dietro una vera idea di musica. C’è dietro una musicista, non è una boutade. È una storia, è vita, è musica. Soprattutto è coraggio, è difficile la verità“.

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com